Previsioni mensili LaMMA

aggiornato il 28 ottobre 2019

Proiezioni per il periodo ottobre-dicembre sul centro-nord Italia (particolare riferimento alla TOSCANA):  

NOVEMBREtemperature e giorni piovosi nella norma. 

DICEMBREtemperature superiori alla norma e giorni piovosi sotto la norma. 

GENNAIOtemperature superiori alla norma e giorni piovosi sotto la norma. 

  NOVEMBRE DICEMBRE

GENNAIO

TEMPERATURE in media sopra media sopra media
GIORNI PIOVOSI in media sotto media sotto media
 
Descrizione generalegli indici teleconnettivi attualmente disponibili suggeriscono, in linea con i principali modelli climatici, un iniziale disaccoppiamento tra vortice stratosferico e vortice troposferico. Il primo è in fase di deciso rinforzo con venti zonali ben più intensi della norma, il secondo mostra maggiori elementi di debolezza con tendenza a blocchi.  Si ritiene che il disaccoppiamento possa condizionare il mese di novembre, mentre successivamente, nel bimestre dicembre-gennaio, è probabile il rinforzo del vortice polare a tutti i livelli. Per la prima parte dell'inverno è opportuno tenere in considerazione anche la fase positiva della QBO, la debole attività solare e il forte deficit di ghiaccio polare. In questo contesto, è atteso un mese di novembre sostanzialmente in media sia termicamente che pluviometricamente, mentre per dicembre-gennaio  sono attese temperature superiori alla media (in particolarespecie in quota) e precipitazioni inferiori.
 
NOTA: risulta difficilmente prevedibile l'impatto che avrà nei prossimi mesi l'eccezionale deficit di bachisa che tutt'ora perdura sul Mar Glaciale Artico. 

 
Si consiglia di consultare anche la pagina con gli outlook dei principali centri internazionali al seguente link.
Per chiarimenti sui valori riportati nella tabella sovrastante vai sulla pagina descrittiva della legenda
 
Servizio sperimentale aggiornato mensilmente
 
 
Climatologia di riferimento: 1981-2010

Indici analizzati

  • VORTICE POLARE: i vortici troposferico e stratosferico sono in fase di ulteriore intensificazione, tuttavia quello troposferico risulta più lobato e disturbato. Questo disaccoppiamento potrebbe accentuarsi nel mese di novembre (VP stratosferico compatto, VP troposferico più debole). 
  • BANCHISA ARTICA: al 22 ottobre si osserva un'anomalia negativa di circa 3,5 milioni di kmq, la più estesa mai registrata in questo periodo dell'anno. Una parte estremamente vasta di oceano artico non risulta ancora congelata a largo dell'Alaska e della Siberia. 
  • ENSO: nei prossimi 3 mesi l'anomalia termica superficiale sul Pacifico Equatoriale in zona 3.4 dovrebbe oscillare intorno a +0,3/+0,4 °C. Pertanto si conferma una fase ENSO neutra. La situazione non dovrebbe mutare neppure nel trimeste febbraio-aprile. 
  • QBO: fase positiva sia a 30 che a 50 hPa (prevalenza di correnti occidentali). 
  • MONSONE INDIANO: non influente in questo periodo. 
  • MONSONE AFRICANO (WAM): non influente in questo periodo. 
  • AMO: anche nel mese di settembre l'anomalia superficiale in Atlantico si è mantenuta fortemente positiva (+0.242 °C). Nessuna variazione significativa attesa nei prossimi 2 mesi. 
  • ATTIVITA' SOLARE: ad oggi si continua a contare un numero eccezionalmente elevato di spotless days, siamo infatti ancora al di sopra di una deviazione standard rispetto a quello che dovrebbe essere il numero medio all'interno del gruppo di cicli caratterizzati da minimi prolungati. L'attuale minimo dovrebbe protarsi fino al settembre 2020. 
  • SST Mediterraneo:  prevalenza di anomalie positive su tutto il bacino del Mediterraneo; dipolo presente ma debole. 

Classificazione delle anomalie

Vedi la legenda per approfondimenti

Climatologia di riferimento: 1981-2010

TEMPERATURE

    sopra media: anomalie superiori a +1.0 °C ( > +1.0 °C );
    in media: anomalie termiche tra -1.0 e +1.0 °C ( >= -1.0 °C e <= +1.0 °C );
    sotto media: anomalie inferiori a -1.0 °C ( < -1 °C);

PRECIPITAZIONI

    sopra media: anomalie superiori a 2 wet days/mese*;
    in media: anomalie termiche comprese tra -2 e 2 wet days/mese*, estremi compresi;
    sotto media: anomalie inferiori a 2 wet days/mese*;