Previsioni mensili LaMMA

      Aggiornamento del 18 giugno 2018

Proiezioni per il periodo luglio-settembre sul centro-nord Italia (particolare riferimento alla TOSCANA):

LUGLIO: temperature nella norma e numero di giorni piovosi superiori alla norma.

AGOSTO: temperature e numero di giorni piovosi nella norma. 

SETTEMBRE: temperature nella norma e numero di giorni piovosi inferiore alla norma.

  LUGLIO AGOSTO

SETTEMBRE

TEMPERATURE in media in media  in media
GIORNI PIOVOSI sopra media in media sotto media

Descrizione generale: dall’analisi degli indici di teleconnessione e dagli output del modello probabilistico arrivano conferme relativamente ad un’estate in netta controtendenza rispetto a quella dello scorso anno. La circolazione prevalente sul comparto europeo, infatti, dovrebbe essere caratterizzata da una maggior frequenza di blocchi anticiclonici tra nord Atlantico e Europa settentrionale e da una scarsa propensione a rimonte alto-pressorie di matrice africana. In questo contesto paiono quindi favorite infiltrazioni d’aria fresca in quota di origine nord atlantica e scandinava alternate a fasi anticicloniche di stampo azzorriano (la probabilità di ondate di calore intense e prolungate risulta di conseguenza piuttosto bassa). 
Rispetto alla torrida e secca estate 2017, così come altre vissute negli ultimi decenni, questa dovrebbe beneficiare di una minor spinta subtropicale grazie ad un’attività monsonica nella norma sul comparto indiano e leggermente inferiore alla norma sul Sahel. Contrariamente al 2017, inoltre, non si prevdono anomalie positive sull’Atlantico (AMO), elemento questo che va nella direzione di un ulteriore contenimento dell’ITCZ e di una maggior propensione a blocchi anticiclonici sull’Europa del nord (nel mese di maggio l’anomalia superficiale nell’area AMO si è risultata pari a zero). Il bimestre luglio-agosto, pertanto, dovrebbe essere caratterizzato da temperature nella norma, mentre i giorni piovosi potrebbero risultare superiori alla media a Luglio e in media (o localmente superiori) ad agosto. Va precisato, relativamente alle precipitazioni, che queste, in virtù dei tipi di circolazione attesi, potrebbero distribuirsi in maniera molto irregolare sul territorio regionale.
Relativamente al mese di settembre la tendenza si basa principalmente sul modello probabilistico che indica temperature nella norma e giorni piovosi inferiori in virtù di una circolazione prevalentemente settentrionale
 
.
 
Si consiglia di consultare anche la pagina con gli outlook dei principali centri internazionali al seguente link.
Per chiarimenti sui valori riportati nella tabella sovrastante vai sulla pagina descrittiva della legenda
 
Servizio sperimentale aggiornato mensilmente
 
 
Climatologia di riferimento: 1981-2010

Indici analizzati

AMO (osservata e prevista), ENSO (osservata e prevista), proiezioni IRI/ECMWF/NOAA/NASA sulle SST globali, SST Mediterraneo (osservate e previste), attività solare (osservata e prevista), attività monsonica, MJO (osservata e prevista). 

  • ATTIVITA' SOLARE: secondo il SIDC belga il sole nei prossimi 3 mesi produrrà una decina di macchie al giorno con tendenza ad ulteriore diminuzione. L'attività magnetica, AP, risulta molto bassa attestandosi, al 17 giugno, intorno a 5. Nei prossimi mesi i livelli di AP si manterranno stabilmente al di sotto delle 7 unità. Si continua a regitrare, al 17 giugno, un numero di spotless days anormalmente alto. 
  • ENSO: i principali modelli dinamici e statistici indicano, per il trimestre luglio-agosto-settembre, condizioni di sostanziale netutralità sul Pacifico equatoriale (anomalie tra +0.2 e +0.3 °C in area 3.4). Possibile ritorno del NINO debole-moderato tra il tardo autunno e l'inverno. 
  • MJO: nella prima metà del mese di giugno attività debole/moderata in 5-6. Nelle prossime 2 settimane possibili onde, deboli-moderate, in 1-2-3. Possibili disturbi in quota alle medie latitudini europee. 
  • MONSONE INDIANO:  i principali servizi meterologici indiani (Skymet e IMD) confermano, per il trimestre luglio-settembre, un monsone nella norma. Si registra, tuttavia, un andamento piuttosto lento nel mese di giugno, con il fronte delle piogge posizionato al di sotto della latitudine media. 
  • IOD: il BOM australiano indica, per il trimestre luglio-settembre, un IOD neurto. 
  • ITCZ + WAM: nella prima decade di giugno osservata una ITCZ in linea con la latitudine media. I principali modelli probabilistici indicano una posizione in linea alla media anche nelle prossime settimane. Il monsone africano occidentale dovrebbe, quindi, risultare normale, sebbene vi sia una discordanza tra le proiezioni GFS (leggermente superiore alla norma sul Sahel) e ECMWF (leggermente inferiore sul Sahel). 
  • VORTICE POLARE: non influente in questo periodo.  
  • AMO: nel mese di aprile è stato osservato un ulteriore calo delle temperature superficiali atlantiche, in particolare a ridosso del Canada. Nel mese di maggio, per la sesta volta in 23 anni, l'anomalia è stata leggermente negativa. Questo andamento dovrebbe proseguire anche nel mese di giugno. 
  • SOIL MOISTURE (Nord Spagna-Francia): non influente in questo periodo. 
  • SST Mediterraneo: dipolo mediterraneo presente. 

Classificazione delle anomalie

Vedi la legenda per approfondimenti

Climatologia di riferimento: 1981-2010

TEMPERATURE

    sopra media: anomalie superiori a +1.0 °C ( > +1.0 °C );
    in media: anomalie termiche tra -1.0 e +1.0 °C ( >= -1.0 °C e <= +1.0 °C );
    sotto media: anomalie inferiori a -1.0 °C ( < -1 °C);

PRECIPITAZIONI

    sopra media: anomalie superiori a 2 wet days/mese*;
    in media: anomalie termiche comprese tra -2 e 2 wet days/mese*, estremi compresi;
    sotto media: anomalie inferiori a 2 wet days/mese*;