Gestione Integrata della fascia costiera
Zona Costiera
Zona costiera (immagine Progetto Camp-Italy)
 

La Gestione Integrata delle Zone Costiere (GIZC), traduzione di Integrated Coastal Zone management (ICZM), è un processo decisionale complesso, inerente diverse questioni legate ai conflitti tra i possibili usi delle componenti marina e terrestre delle zone costiere, e parte necessariamente da una pianificazione integrata e partecipata delle aree marino-costiere.
Il Protocollo ICZM della Convenzione di Barcellona, adottato a Madrid il 21 gennaio 2008 ed entrato in vigore il 24 marzo 2011, definisce la Gestione Integrata della Zona Costiere come “un processo per la gestione e l’uso della zona costiera, che prende in considerazione al tempo stesso la fragilità degli ecosistemi costieri e dei paesaggi, la diversità delle attività e degli usi che insistono su di essi, le loro interazioni, l’aspetto marittimo di alcune attività e usi e il loro impatto sia sulle zone marine sia terrestri”. 
L’ICZM rappresenta, quindi, l’approccio per una gestione efficace delle aree marino-costiere, che passa per la raccolta e la gestione dei dati, la partecipazione, lo sviluppo di adeguate politiche e l’adozione delle relative decisioni; in quest’ottica il Consorzio LaMMA supporta le politiche regionali attraverso l’acquisizione di dati ambientali, la gestione di database condivisi e realizzazione di servizi web per la visualizzazione e l’interrogazione dei dati geografici e alfanumerici. 

 

Il LaMMA ha contribuito, su incarico della Regione Toscana, all’implementazione delle azioni previste dal progetto CAMP-Italy, uno dei più importanti nell’ambito della gestione integrata della fascia costiera. L’esperienza del progetto CAMP-Italy rappresenta a tutti i livelli, nazionale ma anche locale, un repertorio utile delle migliori pratiche e di quei processi da integrare nelle attività previste dagli attori istituzionali, con particolare riferimento alle azioni in materia di "pianificazione delle aree marine e costiere”, anche in previsione dell’attuazione della Direttiva sulla Pianificazione Spaziale Marittima 2014/89/UE.  

 

Elaborazione e gestione dati utili ai fini della gestione integrata della fascia costiera 

Sulla scorta dell’esperienza acquisita nell’ambito del progetto CAMP e al fine di coadiuvare la Regione Toscana nelle attività di gestione della fascia costiera, il Consorzio LaMMA, raccoglie ed elabora una serie di dati e indicatori ambientali che comprendono: 

  • Ampiezza zona dunale.
  • Evoluzione linea di costa a breve e a lungo termine.
  • Mappatura delle zone a rischio a breve e lungo termine (mareggiate ed erosione costiera)
  • Mappatura del rischio legato alla qualità delle acque di balneazione (inquinamento, proliferazione di specie alghe pericolose, ecc.).
  • Mappatura del rischio legato alla navigazione.
  • Monitoraggio di aree soggette a fenomeni di rip currents.
  • Valutazioni dell’evoluzione dell’uso suolo in ambito costiero.