Caricamento

Situazione Ozono

LaMMA e ARPAT  realizzano ogni giorno un bollettino sulle concentrazioni di ozono in Toscana. 
Il bollettino riporta i livelli delle concentrazioni di ozono misurate il giorno precedente tramite la rete regionale di rilevamento della qualità dell'aria gestita da ARPAT e fornisce un'indicazione sulla tendenza per il giorno stesso e il giorno successivo in base alla previsione di alcuni parametri meteo, come temperatura, irraggiamento solare e vento.  
 

Pagina aggiornata dal lunedì al venerdì entro le ore 11:00

 

Livelli registrati mercoledì 27 Luglio 2017

mappa della concentrazione di ozono in Toscana

LIVELLI DI CRITICITA'

Valori misurati  (*microgrammi al metro cubo )                          
 
 

MOLTO ELEVATA
superata soglia massima oraria di 240 µg/m3

     
valore superiore a 180 microgrammi su metro cubo   ELEVATA
superata soglia massima oraria di 180 µg/m3*  
     
valore superiore a 120 microgrammi su metro cubo   MEDIA
valori superiori a 120 µg/m3* (come media su 8 ore)
     
valore inferiore a 120 microgrammi su metro cubo   NESSUNA
valori inferiori a 120 µg/m3* (come media su 8 ore)
     
  Dati non disponibili 

Dettaglio della LEGENDA

Possibile evoluzione delle concentrazioni di ozono oggi e domani

Le condizioni meteorologiche previste per oggi, giovedì, e domani, venerdì, risultano favorevoli a lievi incrementi delle concentrazioni d'ozono.
 

Attenzione: in caso di segnalata criticità MEDIAvalore superiore a 120 microgrammi su metro cubo, ELEVATA valore superiore a 180 microgrammi su metro cubo o MOLTO ELEVATA  si invita a seguire le raccomandazioni per la salute elencate in basso.

 

Raccomandazioni in caso di segnalata criticità (dal giallo al viola)

  • Evitare attività ricreative con esercizio fisico all'aperto nelle ore più calde della giornata.
  • Ai soggetti più sensibili (bambini anziani, asmatici, persone affette da malattie dell'apparato respiratorio) si raccomanda di evitare la permanenza all'aria aperta nei luoghi soleggiati.
     

 

Cosa è l'ozono?

L’ozono (O3) è un inquinante secondario; non viene quindi emesso direttamente in atmosfera ma si produce a seguito di reazioni chimico-fisiche. L’ozono si forma dalla reazione dell’ossigeno (O) con gli ossidi di azoto (NOx) e i composti organici volatili (COV) in presenza di elevate temperature e forte irraggiamento, cioè quando c’è sufficiente energia a disposizione per favorire il processo di ossidazione. Per questo in estate, quando la radiazione solare è maggiore, l’inquinamento da ozono è più elevato  rispetto al resto dell’anno.

In Toscana l'ozono è monitorato dalla rete regionale di rilevamento della qualità dell'aria gestita da ARPAT, che pubblica quotidianamente, durante tutto il corso dell'anno, un bollettino contenente le concentrazioni rilevate il giorno precedente nelle diverse aree della regione.  
 

 

 

Nota metodologica alla mappa: 

La mappa rappresenta la suddivisione del territorio toscano in base ai valori registrati dalla rete di monitoraggio ARPAT e alla loro rappresentatività spaziale.  Sulla base del superamento di una singola stazione viene attivato, in maniera cautelativa, il livello di criticità corrispondente su tutta l'area da essa rappresentata.

Per ulteriori informazioni sulla rappresentatività spaziale si veda il documento elaborato dal LaMMA:

 

Per approfondire: