Caricamento

Inverno altalenante: temperature in media e poca pioggia

L’inverno 2016-2017 ha interrotto la sequenza di inverni eccezionalmente caldi e piovosi iniziata nel 2013, infatti ha fatto registrare temperature complessivamente in media e un moderato deficit pluviometrico. 
 

 
Temperatura media inverni dal 1955/1956 al 2016/2017
con clima 1971-2000 e 1981-2010

Temperature complessivamente in media...

Analizzando i dati registrati dalle stazioni meteorologiche sinottiche di Firenze, Arezzo, Grosseto e Pisa, la temperatura media è stata circa 0.3 °C superiore ai valori "attesi" del periodo 1981-2010. 

Nello specifico valori minimi esattamente in media e valori massimi più alti del normale di 0.6 °C. 
Si parla quindi di un inverno che non va considerato più caldo del normale in quanto il valore dell’anomalia (+0.3 °C) rientra largamente nella normale variabilità climatica della temperatura negli inverni del periodo 1981-2010.
 

...ma con grandi differenze tra i mesi

Analizzando i dati mensili di temperatura, tuttavia, emerge un inverno decisamente altalenante: dicembre ha chiuso con +0.1 °C, il mese di gennaio è stato più freddo del normale (-1.5 °C), mentre il mese di febbraio si è attestato su valori ben sopra la norma, con +2.5 °C rispetto alla climatologia del periodo 1981-2010.
Gennaio 2017 è risultato l’ottavo gennaio più freddo a partire dal 1955, mentre Febbraio 2017 è risultato il sesto febbraio più caldo. Per quanto riguarda dicembre è bene precisare che l’assenza di anomalia positiva è dovuta in gran parte a prolungati periodi di alta pressione accompagnati da forte inversione termica; infatti se andiamo ad osservare gli scarti termici in quota (1500 metri circa) scopriamo che il mese in oggetto è stato più caldo di circa 2 °C rispetto alla norma 1981-2010. 

 
Andamento giornaliero della Tmedia
nell'inverno 2016/2017 rispetto alla norma 
 

Un solo episodio di freddo

Un solo episodio di freddo molto intenso, tra il 6 e l’11 gennaio, ha caratterizzato questo inverno.  In questa occasione, tuttavia, nessuna delle 4 stazioni meteorologiche di FI, AR, GR e PI hanno fatto registrare una vera e propria ondata di freddo (intendendo per ondata di freddo un periodo con almeno 7 giorni consecutivi caratterizzati da temperatura media giornaliera inferiore di almeno una deviazione standard rispetto alla “normale” climatica giornaliera).

Più gelate rispetto al normale, sono state registrate nelle zone interne di pianura; 41 giorni a Firenze vs. una climatologia che ne conta 26, 49 ad Arezzo vs. 43; meno gelate rispetto al normale, invece, sulle zone un po’ più vicine alla costa (15 a Pisa vs. 23, 10 a Grosseto vs. 21). 

Meno numerosi del normale i giorni “molto freddi” (12 rispetto ad una climatologia 1981-2010 che ne ha fatti registrare circa 21 ogni inverno), dove per giorno molto freddo si intende una giornata caratterizzata da temperatura media giornaliera inferiore di almeno una deviazione standard rispetto alla norma. 
 
Numero di giorni molto freddi in inverno dal 1955-1956 al 2016-2017 e clima 1981-2010.

 

Precipitazioni: poche e altalenanti

Inverno abbastanza anomalo: non è piovuto praticamente mai a dicembre (90% di deficit mediamente nei capoluoghi), è piovuto meno del normale anche a gennaio (40% di deficit), è piovuto più del normale a febbraio (70 % di surplus). Nel mese di febbraio è piovuto anche più intensamente del solito in quanto l’anomalia positiva percentuale dei giorni di pioggia è risultata minore rispetto a quanto è piovuto. 
Nel complesso è piovuto meno rispetto al normale (30% di deficit mediamente nei capoluoghi) e sono anche transitate meno perturbazioni rispetto agli inverni 1981-2010. Maggiore il deficit di pioggia sulle zone meridionali della regione (-65 % di piogge in meno a Grosseto), mentre sull’estremo nord-ovest le piogge invernali sono risultate complessivamente normali (“solo” 10% di pioggia in meno per esempio a Massa-Carrara). 
 
 

% della pioggia normale nei capoluoghi

 
 
Pioggia media nei capoluoghi inverni dal 1955/1956 al 2016/2017
con clima 1971-2000 e 1981-2010
 
 

Qualche curiosità

  • A dicembre e a gennaio la media delle minime a Firenze Peretola è stata inferiore a 0 °C. A partire dall’inverno 1955-1956 non era mai successo che questa stazione registrasse due mesi consecutivi con minime sotto lo zero.
  • A dicembre, dal 1955, non era mai piovuto così poco a MS, LU, PT e PO.
 

Altre info:

Per approfondire si possono consultare i report meteo mensili  dei singoli mesi nella sezione Report meteorologici.  

Una infografica sulle temperature dell'inverno 2016/2017 per Firenze, Arezzo, Grosseto e Pisa.

Ultimo aggiornamento: 15/03/2017