Modello oceanografico

Le previsioni dello stato del mare (correnti, temperatura, salinità e quota della superficie libera) operative presso il Consorzio Lamma  sono prodotte dal modello operativo BLUE-ROMS, implementazione del modello oceanografico ROMS (Regional Ocean Modelling System), per l’area del Mediterraneo Nord-Occidentale, il quale ha sostituito la precedente versione Tyrreno-ROMS. ROMS è stato sviluppato principalmente da ricercatori della Rutgers University, della University of California Los Angeles and Santa Cruz con la collaborazione di ricercatori provenienti da altre Università ed Istituti di Ricerca internazionali. Il codice viene costantemente aggiornato in tutte le sue parti ed è largamente usato dalla comunità scientifica nel campo dell’oceanografia fisica.

ROMS è un modello oceanografico particolarmente adatto alla simulazione di flussi geofisici marini a scala regionale per applicazioni di mesoscala e submesoscala, essendo queste le scale intermedie tra il bacino del Mediterraneo e le aree costiere. Il modello utilizza le approssimazioni di Boussinesq (le variazioni di densità vengono considerate soltanto quando appaiono nelle equazioni del moto a moltiplicare il termine di gravità) e idrostatica (l’accelerazione in direzione verticale è minore del termine di gravità e le scale del moto orizzontale sono molto più estese di quelle del moto verticale). 

 

Operatività 

BLUE-ROMS è operativo da novembre 2019. La risoluzione orizzontale è 1/72° (circa 1,3 km alle nostre latitudini) su griglia C Arakawa su 30 livelli verticali in coordinate sigma. Il dominio di calcolo è delimitato a Nord, Est ed Ovest dalle coste del Mediterraneo Nord-Occidentale, mentre si estende a Sud fino a comprendere le Isole Baleari ed il Golfo di Napoli (vedere figura sottostante). I dati batimetrici impiegati provengono dal EMODnet Bathymetry project (https://www.emodnet-bathymetry.eu ). 
Le simulazioni previsionali sono realizzate a cadenza giornaliera e si estendono a cinque giorni. Complessivamente la simulazione comprende otto giorni, di cui i primi tre di spin-up. Le mappe di corrente, salinità, temperatura a varie profondità sono rilasciate con cadenza tri-oraria.
Le condizioni al contorno (lato Sud) provengono dal modello previsionale del Mediterraneo CMEMS di risoluzione orizzontale pari a 1/24° attraverso dati a cadenza giornaliera.

Il modello è forzato sulla superficie libera, all’interfaccia con l’atmosfera, dai dati di radiazione solare, pressione atmosferica, temperatura, umidità relativa, copertura nuvolosa, precipitazioni e velocità del vento. Questi dati sono orari e provengono dal modello WRF-ARW, con risoluzione orizzontale 12 km, operativo presso il Consorzio LaMMA, inizializzato con il modello globale GFS a 50 km di risoluzione.

Sviluppi in corso
Sono in corso le attività per assimilare dati radar HF all’interno del modello al fine di incrementare l’affidabilità e la precisione del forecast.