Caricamento

Trasporto di polvere sahariana

 
Le intrusioni di polvere sahariana nel bacino del Mediterraneo possono provocare un anomalo innalzamento dei valori di concentrazione del PM10, e in alcuni casi contribuire al superamento dei valori limite previsti dalla normativa. E’ importante identificare questo contributo che ha un impatto non del tutto trascurabile anche sul territorio regionale toscano.
Il sistema modellistico RAMS-DUSTEM-CAMx è stato sviluppato per ricostruire le dinamiche evolutive dell’inquinamento da polvere del deserto. Nell’ambito del progetto regionale PATOS il sistema è stato utilizzato, insieme alle misure chimico-fisiche dei campioni, per l’identificazione del contributo sahariano al PM10.
 
E' in corso di sviluppo una nuova catena di modelli, che prevede l'introduzione del modello meteorologico WRF in luogo di RAMS. Il nuovo sistema modellistico permetterà una più efficace integrazione tra le diverse attività svolte dal settore Qualità dell'Aria, in primis l'integrazione delle stime di concentrazione di dust sahariano con le stime di concentrazione di PM10 di origine antropica, ottenute dalla catena di modelli messa a punto per la stima dell'inquinamento atmosferico in Toscana.
 
Pubblicazioni: