Sharemed: i DATI al centro della discussione
Mare

Il 24 SETTEMBRE a Ferrara-Fiere, nell’ambito di REMTECH-EXPO, si è tenuto il primo evento nazionale di capitalizzazione del Progetto SHAREMED (Interreg-Med) organizzato da OGS e Consorzio LaMMA. 

SHAREMED è un progetto strategico finanziato dal programma Interreg Mediterranean, coordinato dall’Istituto nazionale di oceanografia e di geofisica sperimentale – OGS che mira ad aumentare la capacità delle autorità regionali, sub-regionali e locali, e della comunità di ricerca dell’Area del Mar Mediterraneo di valutare e affrontare congiuntamente i pericoli connessi all'inquinamento e alle minacce ambientali a livello costiero e nelle acque transnazionali. 

sharemed evento

 

 

L’evento di capitalizzazione ha permesso di presentare le attività del progetto agli stakeholders nazionali, in particolare nel corso della prima parte della mattina i ricercatori del LAMMA e di OGS hanno mostrato le attività condotte dai partner.  Gli interventi scientifici presentati all'evento hanno fornito numerosi spunti interessanti sulla trattazione delle minacce (threats) all'ambiente marino costiero legate in particolare alla pressione antropica e ai cambiamenti climatici. 

 

Molti i temi affrontati nel corso della tavola rotonda, con lo scopo di raccogliere e discutere le principali istanze degli stakeholders sui diversi temi affrontati dal progetto. La discussione ha sottolineato l'importanza che riveste l'aspetto di investigazione dei processi in atto, anche rispetto al cambiamento climatico, a partire dall'enorme mole di dati disponibili. In questo senso, rispetto al programma Copernicus, si è sottolineato come esista ancora una difficoltà da parte degli utenti di utilizzare e interpretare ma anche di selezionare i dati; considerata infatti la quantità di dati disponibili e quelli prodotti annualmente si rende necessaria una capacità di data-mining della quale non sempre è facile disporre.

La riflessione ha riguardato anche la disponibilità e l'affidabilità dei dati alla loro validazione e condivisione anche all'interno di una medesima struttura, non sempre scontata, oltre che ad aspetti legati alla replicazione e sovrapposizione di analoghe attività da parte di enti diversi.

Altro aspetto emerso è che a fronte di moltissimi dati prodotti, come ad esempio nel caso dei dati satellitari, si riscontra una carenza di misurazioni dirette, in particolare per i dati sullo stato del mare quali onde e vento, temperatura dell'acqua ecc.. 

 

Alcuni scatti dell'evento:

brandini

Carlo Brandini - LaMMA 
 

bendoni

Michele Bendoni - LaMMA
 

donata canu

Donata Canu - OGS
 

Querin

Stefano Querin - OGS
 

Falcini ismar

Federico Falcini - ISMAR 
 

 

tavola rotonda

Tavola rotonda
 

 

A breve sarà disponibile una registrazione dell'evento sulle pagine della conferenza RemTech.