Il LaMMA per l'alluvione del 66
Consorzio
Negli ultimi due anni il LaMMA ha preso parte e contribuito a diverse attività nell'ambito del progetto Firenze 2016, iniziativa fondata sulla collaborazione tra l'Università di Firenze, le principali Istituzioni culturali e gli Enti pubblici in ambito regionale e non solo che ha promosso un'ampia riflessione tecnico-scientifica e un grande impegno divulgativo sui temi legati all'alluvione del 1966.
Di seguito una sintesi delle principali attività svolte dal Consorzio LaMMA. 
 

Progetto didattico: “Firenze, l’alluvione del 1966 e le altre alluvioni”

Un progetto per le scuole fiorentine promosso dall’Associazione Nazionale Insegnanti di Scienze Naturali, Water Right Foundation e Firenze 2016.
Il progetto ha preso le mosse il 15 dicembre ed è proseguito per l'intero anno scolastico, coinvolgendo varie scuole del Comune di Firenze, che hanno seguito diversi percorsi didattici tra quelli proposti. 
Gli esperti di Publiacqua, Università di Firenze , LaMMA e Rivista Testimonianze hanno tenuto diversi incontri con i ragazzi, avvicinandoli a temi quali i fattori di rischio nelle alluvioni, le metodiche di previsione di eventi meteo intensi, le salvaguardie attive e strutturali in adozione.  Informazioni sul progetto
 

Analisi modellistica meteo-idrologica degli eventi del 1966

Il LaMMA ha effettuato una rivisitazione modellistica dell'evento utilizzando i modelli numerici meteorologici più recenti per tentare di dare una risposta al quesito "e se accadesse oggi quale sarebbe il preavviso?"
L'attività è stata possibile grazie alla collaborazione con il Centro europeo di Reading (UK) per le previsioni a medio-termine ECMWF che si è mostrato interessato a lanciare una simulazione d'ensemble utilizzando il nuovo modello, operativo da marzo 2016.
Sulla base delle uscite fornite dal modello globale, il LaMMA ha lanciato delle simulazioni a scala regionale per raffinare l'analisi. Gli output delle corse dei modelli meteorologici sono poi stati utilizzati per alimentare modelli di portata del fiume Arno e fornire scenari di possibile esondazione, attività svolta in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale (DICEA) dell'Università di Firenze.  

 

Tavole rotonde e convegni

Il 16 maggio l'Amministratore unico del Consorzio LaMMA, Bernardo Gozzini, è intervenuto alla tavola rotonda organizzato dal Centro Studi Emergenze (CSE) e dall'Accademia dei Georgofili. 
Nella tavola rotonda si è discusso su cosa è cambiato in questo mezzo secolo e su come oggi, nella malaugurata ipotesi di un nuovo evento alluvionale simile a quello del '66, riusciremmo ad affrontare l'emergenza e limitare i danni alle persone e al patrimonio culturale e storico-artistico. 
 
Il 26 e 27 maggio si è svolto a Firenze il convegno internazionale "Le alluvioni del 1966 – Le alluvioni di oggi", organizzato dal Comitato Firenze 2016 presso l’Auditorium della Cassa di Risparmio di Firenze “Cosimo Ridolfi”.
 
Incontro "EVENTI METEO E TERRITORIODalla gestione dell'emergenza alla prevenzione. L'archivio della tutela come manutenzione", organizzato il 22 Aprile dall'Archivio di Stato di Pistoia. Dall'esposizione al rischio idrogeologico del territorio all'incidenza dei fattori meteoclimatici. 
 
Convegno "Acqua e clima. La gestione della risorsa idrica al tempo dei cambiamenti climatici"
Il 14 ottobre il LaMMA partecipa alla giornata di confronto sul tema della risorsa idrica organizzata a Firenze da Legambiente e Progetto Firenze 2016. Il LaMMA partecipa con l'intervento dell'amministratore unico del Consorzio, Bernardo Gozzini, dal titolo "Cambiamenti climatici: lo scenario in Toscana".
 

Questionario sulla percezione del rischio alluvione

Nel contesto dell'iniziativa didattica "L'alluvione. Le altre alluvioni" è stato proposto a docenti e studenti delle scuole coinvolte di collaborare all'indagine elaborata dal LaMMA per sapere quanto i cittadini sono informati sul rischio alluvione e qual è la loro percezione del rischio. I ragazzi, oltre a compilare il questionario, hanno coinvolto genitori e nonni, in modo da comporre un quadro multi-generazionale che aiuti a comprendere meglio la percezione del rischio sul nostro territorio e a evidenziarne anche eventuali aspetti problematici. 
Dato l'interesse della tematica, l'indagine è stata estesa a tutti i cittadini: tra aprile e maggio 2016 abbiamo infatti pubblicato sul sito il questionario, raccogliendo complessivamente 704 risposte.
Attualmente i risultati sono in elaborazione, grazie anche al contributo di una tirocinante del Dipartimento di Statistica dell'Università di Firenze. Maggiori informazioni sul questionario
 

Articolo per la Rivista Testimonianze

Contributo dal titolo "Alluvioni, cambiamenti climatici e meteorologia: cosa sapevamo ieri, cosa sappiamo oggi" per il numero della rivista Testimonianze dedicato al ricordo della grande alluvione dell’Arno nel 1966. http://www.testimonianzeonline.com/

 

Workshop "50 anni di innovazioni in meteorologia"

A conclusione di questo programma di iniziative, il 3 novembre stiamo organizzando una giornata di divulgazione tecnico/scientifica sui progressi della ricerca meteorologica negli ultimi 50 anni con particolare riguardo alla Toscana e alla previsione di fenomeni simili al 4 Novembre 1966.
Il workshop si terrà dalle 9:00 alle 13:00 presso l'Accademia dei Georgofili a Firenze e la partecipazione è libera.
Programma e informazioni.