08/09, Roma: Sistemi di osservazione dell'ecosistema mediterraneo
Mare

 

Giovedì 8 settembre si terrà a Roma presso l’Aula Marconi del Consiglio Nazionale delle Ricerche l’evento nazionale del gruppo di capitalizzazione del progetto ShareMED. L’evento è organizzato da Consorzio LaMMA, Consiglio Nazionale delle Ricerche e OGS. ShareMED è un progetto strategico finanziato dal programma Interreg MED nell'ambito di PANORAMED, con l'obiettivo di aumentare la capacità delle autorità (trans-nazionali, nazionali e locali) del Mediterraneo di valutare e affrontare congiuntamente i rischi legati all'inquinamento e alle minacce ambientali co-esistenti dei nostri mari. 

Il gruppo nazionale italiano di capitalizzazione è stato creato per l’Italia a partire dai partner di progetto (OGS, CNR, LAMMA) e dai partner associati (ISPRA, ARPA) che si sono incontrati per la prima volta a Ferrara nel Settembre 2021. Il gruppo opera per portare il progetto in contatto diretto con i diversi soggetti che sono attivi a scala nazionale, regionale o locale e creare in prospettiva una rete che possa rimanere attiva anche dopo il progetto.
Obiettivo dell’ incontro di Roma è in primis quello di ampliare questa rete di soggetti e portatori di interesse (coinvolgendo un più ampio insieme di entità regionali e nazionali) affinché sia fatto uno sforzo che tenga conto delle molteplici iniziative già in atto sul tema dell'osservazione e della gestione dei rischi e delle minacce ambientali all'ecosistema mediterraneo, cercando di comprendere potenzialità e future sinergie tra i soggetti.

 

Il progetto 

ShareMED vuole fornire un contributo specifico sul Mediterraneo, per definire congiuntamente con le autorità nazionali e regionali lo stato dell'arte e le strategie regionali; raccogliere e armonizzare le informazioni, i dati e le conoscenze esistenti; definire procedure comuni e produrre congiuntamente un atlante di mappe di stato e di pericolo; integrare le infrastrutture di osservazione esistenti in un sistema transnazionale comune di sistemi e diffondere congiuntamente osservazioni attraverso portali comuni; migliorare le capacità di previsione attraverso lo sviluppo e l'implementazione di sistemi transnazionali costieri ad alta risoluzione; esplorare il potenziale di nuove metodologie di osservazione; definire tabelle di marcia, linee guida, piani d'azione.

 

migliorare la capacità delle autorità e della comunità scientifica di osservare, valutare e affrontare le minacce ambientali

 

In particolare le azioni del progetto sono destinate a:
- migliorare la capacità delle autorità e della comunità scientifica di osservare, valutare e affrontare le minacce ambientali;
- aumentare la coerenza e l'efficacia delle valutazioni
- favorire l'accesso e l'uso delle informazioni esistenti e dei prodotti comuni del progetto.


PROGRAMMA 
Stato dell’arte dei sistemi di osservazione per valutare le minacce ambientali all’ecosistema mediterraneo. 

9:30-10:00 Registrazione 

10:00  Introduzione al progetto ShareMED - C. Solidoro (OGS) 

10:20  Presentazione degli approcci, delle attività e dei risultati principali 

  • I prodotti satellitari del Servizio Marino Copernicus in ShareMED – F. Falcini (CNR ISMAR)
  • Sistema modellistico rilocabile per previsioni a breve termine – S. Querin (OGS) 
  • Mappatura dei Rischi Ambientali  – D. Canu (OGS) 
  • Attività ShareMED su siti pilota  – C. Brandini (LaMMA)
     

11:00-11:30 Pausa Caffè 
 

11:30-13:00    Presentazioni tematiche  
Brevi interventi tematici organizzati con un moderatore che introduce il tema nei suoi aspetti scientifici e due oratori, uno di ambito istituzionale e uno di ricerca. 

Rifiuti marini  - Modera Carlo Brandini (LaMMA) con Cecilia Silvestri (ISPRA) e Stefano Aliani (CNR ISMAR)    
Sversamenti - Modera Michele Bendoni (LaMMA) con  Patrizia De Gaetano (ARPAL) e Andrea Cucco (CNR IAS) 
Sistema integrato Land-Coast-Sea - Modera Federico Falcini (CNR ISMAR) con Giordano Giorgi (ISPRA) e Georg Umgiesser (CNR ISMAR)

 
13:00-14:00 Light Lunch   


14:00 - 15:30 Presentazioni tematiche  
Brevi interventi tematici organizzati con un moderatore che introduce il tema nei suoi aspetti scientifici e due oratori, uno di ambito istituzionale e uno di ricerca. 

Rischi biogeochimici  - Modera Chiara Lapucci (LaMMA) con Antonello Bruschi (ISPRA) e Angela Landolfi (CNR ISMAR) 
Contaminanti ed Ecotossicologia  - Modera Marina Lipizer (OGS) con  Michele Mazzetti (ARPAT)  e Mario Sprovieri (CNR IAS) 
Sistemi osservativi e rischi - Modera Federico Falcini (CNR ISMAR) con Rosella Bertolotto (ARPAL) e Andrea Pisano (CNR ISMAR) 

15:30  Sistemi di Osservazione delle minacce ambientali  - Rosalia Santoleri (CNR ISMAR) 

15.40  Minacce ambientali, sistemi osservativi e governance. Pierpaolo Campostrini (CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia)


15:50  Tavola Rotonda e considerazioni finali 

16.30 Saluti di chiusura 
 

 

PARTECIPARE: Per partecipare compilate cortesemente il  form di iscrizione.