Caricamento

Estate 2017: secca e molto calda

L'estate 2017 è stata l’ennesima estate con temperature decisamente sopra la media. Molto scarse le piogge: in Toscana si sono avuti solo 6 giorni di pioggia rispetto ai 13 giorni che si dovrebbero avere mediamente in questo periodo. Un connubio che ha fatto della siccità la protagonista delle cronache estive. Vediamo in breve l'andamento di temperature e delle piogge sulla nostra regione.
 

Temperature: tanti i giorni molto caldi

Considerando l'andamento delle estati dalla metà degli anni ’50 ad oggi, l’estate 2017 è risultata la quarta estate più calda (come media delle temperature di Firenze, Arezzo, Grosseto, Pisa). Sui tre mesi si è registrata un'anomalia di +1.7 °C rispetto al periodo 1981-2010 ( +2.4 °C se consideriamo il periodo 1971-2000 ).  Solo l’estate 2003 è risultata molto più calda, mentre le estati del 2015 e del 2012 sono state solo impercettibilmente più calde dell’ultima estate.  
Se andiamo a vedere ciò che è successo mese per mese, si scopre che è soprattutto Giugno ad aver contribuito all'anomalia (+2.3 °C), che è stata poi più contenuta in Luglio ( +0.9 °C), e di nuovo importante nel mese di Agosto (+2.0 °C) . 
 
In tabella le anomalie di temperatura nei 4 capoluoghi rispetto alla climatologia 1981-2010

Città

Temp. media

Temp. Minima

Temp. Massima

Anomalia di altezza
del geopotenziale (500 mb)
Arezzo +2.1 °C +2.6 °C +2.5 °C
Firenze +1.4 °C +0.2 °C +2.7 °C
Grosseto +1.9 °C +2.4 °C +2.5 °C
Pisa +1.4 °C +0.9 °C +1.9 °C
Media  +1.7 °C +1.3 °C +2.1 °C
 
 
L’anomalia di temperatura è stata maggiore nei capoluoghi del centro-sud rispetto a quelli del nord.
La ragione va ricercata nel fatto che la circolazione atmosferica sul comparto euro atlantico è stata marcatamente zonale (vedi immagine): le perturbazioni atlantiche hanno interessato a più riprese l’Europa centro-settentrionale impedendo alla massa d’aria calda di origine sahariana di distribuirsi in maniera più omogenea sul continente europeo. Questo ha fatto sì che sull’Europa settentrionale si siano osservati valori al di sotto della norma, mentre su quella meridionale le anomalie sono risultate marcatamente positive. Nel 2003, invece, a causa dei maggiori scambi nord-sud nella circolazione (circolazione meridiana) la massa d’aria calda interessò gran parte del continente europeo.    
 
 
Le due figure seguenti mostrano, rispettivamente, la temperatura media delle estati dal 1955 ad oggi e la classifica delle estati più calde, dall'anno record 2003 fino alla fresca estate del 1978. Nella seconda figura son colorate di arancione le estati dal 2000 in poi.  
 
Temp. media estate  - 1955-2017 Le estati più calde dal 1955 ad oggi  
 
     

 

Ondate di calore

Nel corso dell’estate 2017 si sono registrate in Toscana tre ondate di calore (almeno 6 giorni consecutivi di calore).  Molti anche i giorni molto caldi ovvero i  “giorni di calore”, che sono stati circa un terzo dei 92 giorni dell’intera estate: 38 a Arezzo, 40 a Firenze, 28 a Grosseto e 30 a Pisa. Numeri perfettamente confrontabili tra di loro, in quanto per ciascun capoluogo le soglie relative alla definizione di giorno di “calore” sono diverse poichè tengono conto della climatologia locale. 
La letteratura scientifica offre diverse definizioni di ondata di calore. Qui abbiamo utilizzato la definizione basata sull’indice climatico WSDI (Warm Spell Duration Index) messo a punto dal CCl/WCRP/JCOMM Expert Team on Climate Change Detection and Indices (ETCCDI) e che tiene conto solo della temperatura massima giornaliera.
 
Le due figure mostrano il numero di ondate di calore e il numero di “giorni di calore” registrati dal 1955 a oggi. 
 
Ondate di calore in estate -  Periodo 1955-2015 Giorni di calore in estate -  Periodo 1955-2015
giorni di calore estate 1955-2017
   
Si noti come, coerentemente con la tendenza all’aumento delle temperature estive osservato nelle ultime decadi, la maggioranza delle ondate di calore si sia registrata a partire dagli anni 2000. Spicca nella serie l’eccezionale estate del 2003. 
Relativamente alla ondata di calore di inizio agosto 2017 questa è stata probabilmente, per quanto riguarda le temperature massime e per durata (31 luglio - 9 agosto), la seconda più intensa in Toscana dopo quella del luglio 1983. Il giorno 1 agosto la stazione meteorologica di Firenze Peretola ha fatto registrare la temperatura massima più alta per il mese di agosto con 41.3 °C, mentre il 3 agosto la stazione meteorologica di Arezzo Molin Bianco con 40.4 °C ha anch’essa battuto il precedente record per il mese di agosto. Impressionante la media delle temperature massime a Firenze e Arezzo durante questa ondata di calore (31 luglio - 9 agosto) rispettivamente +39 °C e +38,4 °C. 
 

andamento temperature medie Firenze, estate 2017

Il grafico relativo alla città di Firenze mostra l’andamento della temperatura media giornaliera nel trimestre estivo. Si noti come nella gran parte dei giorni si sono avute temperature ben sopra i valori medi (zone rosse del grafico). Interessante tuttavia notare come in questa estate i blocchi di caldo siano stati intervallati da un numero considerevole di brevi break più freschi (picchi azzurri) in cui le temperature sono scese sotto media. Queste brevi pause sono state fondamentali per rendere più sopportabile la lunga serie di giorni caldi, cosa che venne invece a mancare nella lunga estate del 2003. 
 
 

Piogge: pochissimi i giorni di pioggia 

Davvero scarse le piogge dell'estate 2017, che ha fatto registrare deficit compresi tra il 60 e il 70%.  Nei capoluoghi è stata, mediamente, la seconda estate più secca dal 1955, dopo quella del 1962. Tutto ciò con locali eccezioni legate alla natura delle piogge estive che sono a prevalente carattere temporalesco e che quindi presentano quantitativi e distribuzione spaziale disomogenea e irregolare. 
Luglio e agosto i mesi nei quali è piovuto meno rispetto alla media. 
Le due figure seguenti mostrano l’andamento delle piogge cumulate e il numero dei giorni di pioggia registrati nelle estati che vanno dal 1955 al 2017. 
 
 

mm di pioggia in estate nei capoluoghi (1955-2017)

Giorni di pioggia in estate nei capoluoghi (1955-2017)

Piogge estate serie temporale 1955-2017 Deficit-surplus-pluviometrico estate 2017

 

Capoluogo per capoluogo: forti surplus sono stati registrati nella città di Arezzo; pioggia invece decisamente inferiore alle attese a Grosseto, Pistoia, Firenze, Lucca. I leggeri surplus registrati a Pisa, Massa-Carrara e Livorno sono dovuti esclusivamente alle piogge abbondanti registrate in questi capoluoghi nel mese di giugno; piogge invece più regolari hanno interessato il senese. 
 
 

Vedi anche:

 

Last updated: 18/09/2017