Caricamento

Energia e CO2

Le emissioni legate all’energia costituiscono la prima fonte di gas serra e continuano ad essere dominanti.
In Europa nel 2005 hanno rappresentato l’80% delle emissioni totali, dovute soprattutto ai trasporti e alla produzione di elettricità e calore.
Tra il 1990 e il 2005 le emissioni della produzione energetica sono diminuite del 4,4%, soprattutto per il minor uso di carbone e il maggior uso di gas naturale. Tale diminuzione è comunque molto inferiore rispetto a quella registrata in settori “non-energy-related”, come agricoltura e rifiuti e processi industriali (-19.6 % nell’ EU-27). La crescita delle emissioni del settore trasporti (+26% dal 1990 al 2005) ha però vanificato la riduzione ottenuta in altri settori. I trasporti sono infatti il comparto a consumo energetico in più rapida crescita dal 1990 e sono attualmente il principale consumatore di energia.
Anche in Toscana il trend dei consumi energetici è in crescita. Aumenta di circa il 2% all’anno. Nel 2004 la domanda è stata di circa 21 mila Gwh. L’industria ne assorbe il 35% circa, i consumi civili il 32% (di cui il 60% per riscaldamento, produzione di acqua calda e cottura dei cibi) i trasporti il 31,5% e l’agricoltura l’1,5%.

 

Clima ed energia

Dalla Road map europea per il 2050 al Rapporto dell'IPCC su rinnovabili e mitigazione del cambiamento climatico.

   

Energia che si vede

Come cambia la percezione della produzione energetica con la diffusione delle fonti rinnovabili.

 

Questioni di rete

Integrare le fonti rinnovabili nel sistema elettrico è una questione sempre più centrale per sfruttare il potenziale delle fonti rinnovabili.

 

 

Si va a picco?

Per la prima volta, fonti autorevoli e ufficiali ammettono la tendenza al declino irreversibile della disponibilità di petrolio. Quali scenari?

 

Energie rinnovabili

Quale è lo stato dell’arte delle rinnovabili in Italia? Quanta energia rinnovabile produciamo e quali sono le fonti più utilizzate? E in Toscana?

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 20/08/2014